Dai il tuo supporto

EUR
  • Italiano
  • Francese
  • Casa del Sole

    sole2Centro di accoglienza di protezione dell’infanzia (CAPE) « La Maison du Soleil » (Casa del Sole) per ragazze-madri

    In Benin, l’8% delle ragazze dai 15 à 19 anni contribuiscono alla fecondità, secondo il quarto sondaggio demografico e della salute 2011-2012 condotto dall’Istituto Nazionale di Statistica e Analisi Economica. La maggior parte delle gravidanze in età adolescenziale sono indesiderati. In questo contesto, le giovani madri si trovano spesso sole in seguito alla perdita della responsabilità dell’autore della gravidanza e della famiglia della ragazza.

    Le ragazze scolarizzate o apprendiste sono allora costrette a lasciare i banchi di scuola o la loro formazione, vedendo così spegnersi une promessa per il futuro. Sole per mantenere ed allevare i loro figli, esse non riescono a condurre un’attività fonte di reddito e diventare indipendenti.

    Tale situazione è data da una parte alla scarsa educazione sessuale all’interno della famiglia e nella scuola, e, in secondo luogo, la mancanza di conoscenza a livello dei diritti delle donne e del bambino. Gli abusi sessuali nel contesto scolastico sono frequenti ; gli autori rimangono impuniti tanto che i casi di stupro, molestie e incitamento di minori alla dissolutezza restano tabu.

    La legge è lì per proteggere le vittime, ma il ricorso a patti amichevoli rimane la soluzione più utilizzata. Ricorrere alla polizia e alla giustizia è tutt’altro che automatico.

    È solo da breve tempo che lo Stato del Benin ha posto l’accento sulla lotta alla violenza contro le donne e le ragazze (VFF: Violences faites aux Femmes et au Filles) e messo a punto un piano d’azione. Prima de la “Maison du Solail”  (Casa del Sole), non vi erano altre strutture in Benin a sostegno di ragazze-madri.

    La “Maison du Soleil” (Casa del Sole) è un progetto pilota avviato da IFMA dal 2011 per migliorare le condizioni di vita di ragazze sottoposte a violenza sessuale e per sensibilizzare la comunità locale e le parti interessate. Le attività del progetto sono:

    • Assistenza medica, sociale, psicologica, giuridica delle giovani madri vittime di ogni tipo di violenza
    • Formazione professionale e sostegno finanziario per un’autonomia delle giovani madri vittime di ogni tipo di violenza
    • Collaborazione con i servizi sociali, ospedali, complessi scolastici, Ufficio Centrale Protezione Minori (OCPM), ONG locali… per il sostegno delle ragazze-madri
    • Sensibilizzazione nei complessi scolastici sulle diverse forme di violenza
    Nel 2015 :

    –      21 ragazze-madri con i loro bambini sono stati accolti e seguiti sul piano sanitario, psicosociale e hanno beneficiato di una formazione professionale con l’aiuto a iniziare un’attività.

    –      09 tra loro sono state integrate in famiglia.

    –      07 casi hanno avuto un accompagnamento per la procedura giudiziaria.

    –      Il numero verde 7344 è messo a disposizione per trattare dei casi di violenza, 937 chiamate sono state ricevute. Au mois de novembre 2015, 86 appels ont été reçus sur la ligne verte.

    (Statistiche Dic. 2014-Ott. 2015)

     

    sole1